L’Atelier di Barbara Montagnoli con CNA Federmoda e WeLoveModainItaly alla settimana della moda di Milano

WeLoveModainItaly è l’appuntamento che CNA Federmoda ha programmato durante la settimana della moda milanese e a cui parteciperà l’Atelier di Barbara Montagnoli di Crema (nella foto sopra le due socie, da sinistra, Barbara Montagnoli e Alessandra Ginelli).

A Milano, nella sede del Centro Internazionale Brera, venerdì 25 febbraio prossimo alle ore 18.15, una selezione di imprese del settore moda produttrici di capi d’abbigliamento, occhiali e gioielli, verrà presentata alla stampa e agli operatori commerciali.

“WeLoveModainItaly è un format che CNA Federmoda ha progettato nel 2012, sotto la direzione artistica di Roberto Corbelli, per la promozione delle imprese artigiane e delle PMI – dichiara Alessandra Ginelli, socia di Barbara Montagnoli e Portavoce di Moda su Misura CNA – un format che debuttò a Tokyo per essere poi replicato in altre sedi internazionali tra le quali Ulaanbaatar, Dubai e Toronto e in Italia in occasione di incontri con buyer internazionali. Con WeLoveModainItaly CNA crea opportunità di visibilità per le piccole imprese del settore moda. Per quelle imprese che spesso vengono citate come spina dorsale del made in Italy che CNA con queste azioni concrete intende valorizzare al massimo. Siamo fiere come Atelier Barbara Montagnoli di poter partecipare a questo evento”.

Oltre ad Atelier Barbara Montagnoli ci saranno: CasheartFabbricatorino occhiali made in Italy, Gaia Caramazza GioielliGiovanni CavagnaJaJo made in ItalyLandiMaglificio Benacci e Nicoletta Fasani. Sono  questi i marchi che sotto la regia di Antonio Falanga e Grazia Marino di Spazio Margutta, si presenteranno agli invitati di CNA Federmoda, durante una serata alla quale interverrà Elisa Negro invitata a proporre consulenze sull’Armocromia. Partner dell’iniziativa Valeria Orlando, make-up artist internazionale e fondatrice della linea VOR Make Up, che curerà l’immagine delle modelle.

“Le imprese della moda hanno pagato pesantemente gli effetti della pandemia. – conclude Ginelli– Auspicando che anche per il nostro settore si provveda con interventi utili alla ripartenza, come Associazione continuiamo a predisporre progettualità utili a promuovere le piccole imprese verso i mercati e per questo abbiamo definito un importante programma di iniziative lungo tutto il 2022 a supporto dell’intera filiera moda”.

Torna su
X