Nuovo assegno unico per artigiani e dipendenti dal 1° marzo 2022

Dal 1° gennaio 2022 è possibile presentare la domanda per l’Assegno unico Universale (AUU).

La prestazione sarà pagata a partire da marzo e sostituirà altre prestazioni e detrazioni e in particolare a partire da marzo 2022 non verranno più erogate le detrazioni fiscali per i figli a carico di età inferiore ai 21 anni.

L’Assegno unico è un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio minorenne a carico e, al ricorrere di determinate condizioni, per ciascun figlio maggiorenne a carico fino al compimento dei 21 anni di età. Si ricorda che per figli a carico si intendono quelli facenti parte del nucleo familiare indicato a fini ISEE.

Il contributo è riconosciuto anche per ogni figlio a carico con disabilità, senza limiti di età.

Misura e decorrenza dell’assegno

L’importo dell’assegno unico è determinato sulla base dell’ISEE del nucleo familiare del beneficiario della prestazione, con la seguente decorrenza della misura:

  • per le domande presentate a partire dal 1° gennaio fino al 30 giugno, l’assegno viene riconosciuto dalla mensilità di marzo, (x esempio la domanda viene presentata ad aprile e il contributo viene erogato da marzo)
  • per le domande presentate dal 1° luglio in poi, la prestazione decorre dal mese successivo a quello di presentazione (x esempio se si presenta domanda a luglio, l’assegno verrà erogato dal mese di agosto) .

Esempi di importi erogati (clicca sull’immagine per ingrandirla):

Requisiti per beneficiare dell’assegno

La domanda può essere presentata dai soggetti in possesso dei requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno di cui all’articolo 3 del decreto legislativo n. 230/2021, a prescindere dall’appartenenza del soggetto a una specifica categoria di lavoro.

I figli maggiorenni per potere beneficiare dell’assegno devono essere in possesso, al momento della presentazione della domanda, di uno dei seguenti requisiti:

  • Frequenza di un corso di formazione scolastica o professionale ovvero di un corso di laurea
  • Svolgimento di un tirocinio ovvero di un’attività lavorativa e possesso di un reddito complessivo inferiore a 8.000 euro annui
  • Registrazione come disoccupato e in cerca di lavoro presso i servizi pubblici per l’impiego
  • Svolgimento del servizio civile universale.

In caso di disabilità del figlio a carico non sono previsti limiti d’età e la misura è concessa a prescindere da quanto previsto ai precedenti punti.

La domanda può essere presentata da uno dei genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, a prescindere dalla convivenza con il figlio, dal figlio maggiorenne per sé stesso, da un affidatario o da un tutore nell’interesse esclusivo del minore.

Presentazione della domanda con ISEE

Per richiedere il Modello ISEE è possibile rivolgersi al Caf Cna che lo elabora in forma GRATUITA.

Presentazione della domanda in assenza di ISEE

In assenza di ISEE oppure con ISEE pari o superiore a 40.000 € la prestazione spettante viene calcolata con l’importo minimo previsto (50 € per i figli minori e 25 € per i maggiorenni).

Come presentare domanda?

Per inoltrare la domanda all’Inps affidati a Cna tramite il suo Patronato Epasa-Itaco.

 

Assegno Unico e Universale

Infine, è disposta la proroga, per i mesi di gennaio e febbraio 2022, delle misure introdotte in materia di assegno temporaneo per i figli minori e, fino alla medesima data del 28 febbraio 2022, è prorogata la maggiorazione degli importi degli assegni per il nucleo familiare.

DOCUMENTO NECESSARI PER L’ISSE

Torna su
X