Estetiste e parrucchiere sentinelle anti azzardo: il progetto di CNA e ASST

CNA Cremona, da sempre in stretto contatto con ASST sui temi di competenza comune ed in particolare sula prevenzione, ha accolto l’invito a promuovere il progetto “SCIOGLI I NODI”.

L’iniziativa è progettata e condotta dal Servizio territoriale per la Prevenzione delle Dipendenze e vuole sensibilizzare i cittadini sul disturbo di dipendenza da Gioco d’Azzardo Patologico, con particolare attenzione alla popolazione femminile.

Gli operatori del benessere e della cura della persona, quali acconciatori ed estetiste, sono considerati figure d’ascolto ed aiutanti preziosi per diffondere informazioni ed accogliere bisogni. Si chiede la disponibilità a distribuire i gadget e relativo volantino alla proprio clientela, senza ulteriori impegni o coinvolgimenti.

Augurandoci una partecipazione numerosa vi chiediamo di inviare una mail a simona.galasi@cnacremona.it oppure un messaggio al 3397749736 esprimendo semplicemente la propria disponibilità.

Il commento di Annalisa Raffelli, Presidente delle Estetiste di CNA

Ringrazio ASST ed il Servizio SERD per averci contattati e coinvolti in questo progetto che ha una forte valenza sociale e che coglie un aspetto molto importante del nostro lavoro: la cura ed il benessere delle persone. Infatti gli operatori del comparto merceologico a cui appartengo (estetica ed acconciatura) e che CNA rappresenta su tutta la provincia, sono molto di più che operatori di bellezza.
Sempre di più nei servizi di acconciatura ed estetica il focus è la persona ed il suo “star bene con se stessa”. Se nel nostro operare quotidiano poi possiamo anche veicolare alcune importanti informazioni come quelle contenute in questa iniziativa, credo che sia un valore aggiunto al nostro lavoro e possa anche saldare ancor più il legame con i clienti. E’ molto bello che si sia pensato ai nostri centri come a dei luoghi in cui si coltivano prima di tutto relazioni umane, che dietro ad un trattamento estetico o un servizio di acconciatura ci sia una capacità di ascolto e di accoglienza.
Spero di cuore che molte colleghe e colleghi accolgano questa proposta con entusiasmo e con la sensibilità che li caratterizza, sapendo benissimo quali sono i ruoli ed i compiti di ciascuno, ma valorizzando il ruolo sociale delle nostre imprese.

Leggi la lettera dell’ASST

Guarda il manifesto

 

Torna su
X